Chi sono?

L’immaginario comune vede la figura di informatico come un occhialuto tecnico preciso e trascurato nascosto dietro lo schermo del computer. Se dovessi seguire questa logica allora io non sono un informatico, o almeno non sono il “computerologo”, come spesso mi chiamano, che ti aspetteresti.

Cosa mi piace

Mi piace la comunicazione, online e offline, essere a contatto con persone diverse ogni giorno per cercare nuovi stimoli. Mi piace essere più pratico che teorico, meno parole e più fatti dando soluzioni concrete. Mi piace la natura, respirare l’aria buona e sporcarmi coltivando l’orto, cucinando torte con le marmellate fatte in casa. Mi piace spegnere il computer per dedicarmi alla mia famiglia e ai miei cani.

Il mio percorso formativo

Il mio iter formativo è un po’ quello di tutti, scuola materna, scuola media, superiori e università. No l’università no, quella non l’ho fatta, sono andato a lavorare. Ricordo come se fosse oggi il giorno in cui dissi “Che bello ho finito la scuola finalmente posso avere un po’ di tempo per me” ed esattamente 5 minuti dopo ho ricevuto la telefonata che annunciava la mia immediata assunzione.

Un ruolo che mi ha visto e che mi vede ad oggi ruotare intorno al reparto informatico aziendale cambiando generalmente mansioni in base alle necessità. Nel corso degli anni mi sono infatti occupato di data entry, help desk, web design, social media, programmazione, project management ed ora di customer service (training ed assistenza tecnica in italiano e inglese in loco o tramite webinar).

Come freelance mi sono invece occupato di gestione di progetti di comunicazione digitale, passando dallo sviluppo di siti web, gestione dei social network e di blog. Mi sono impiegato nello sviluppo di applicazioni ad hoc per clienti che chiedevano soluzioni ad uno specifico problema e nel 2014 ho partecipato ad una business competition presentando il mio progetto di Start Up in ambito “benessere naturale”.